Archivi giornalieri: 11 agosto 2016

Patty Pravo – Biografia – L’ascesa 

Pravo Mania

​Il disco del debutto è “Ragazzo triste”, piace a critica e pubblico ed è la prima canzone di musica leggera trasmessa dalla radio Vaticana, mentre la Rai censura la frase “Il mondo che ci apparterrà”. L’ascesa continua con “Qui e là” e “Se perdo te” un brano che mostra al pubblico una Patty totalmente diversa, una vera interprete di classe dalla splendida voce. …E nonostante tutto la Strambelli continuava a non considerarsi una cantante… Di Patty Pravo si parla e si comprano i dischi nel mondo, per lungo tempo è presente nelle classifiche mondiali con almeno tre singoli. “La bambola” (canzone incisa senza convinzione) vende subito 9 milioni di copie ed è prima in classifica oltre che in Italia, in Spagna, Giappone, Francia, Germania e Sud America. Ad oggi il brano ha venduto oltre 40 milioni di dischi. E’ Patty Pravo mania, i giovani la seguono, la imitano anche nel look, ne fanno il loro manifesto di vita. Negli anni in cui i protagonisti della musica leggera partecipano alle manifestazioni canore per lanciare i propri dischi, lei propone le sue canzoni direttamente al pubblico, dimostrando già di saper fare scelte ben precise, fuori dai canoni, ma in sintonia con la sua necessità di esprimersi in un certo modo. Spiazza tutti facendo tournée in cui canta e balla, portando avanti spettacoli alternativi e sperimentando per prima le tecnologie più avanzate; riunisce artisti dalle diverse formazioni musicali e anticipa le forme multimediali. Da ragazza bellissima e super beat si trasforma in splendida interprete di canzoni raffinate, e brani dei Beatles, di Jacques Brel, Leo Ferré, Vinicius De Moraes e Neil Diamond, diventano con le sue esecuzioni delle vere perle musicali. Se si osserva il suo nutrito repertorio video, in alcuni brani eseguiti da lei poco più che ventenne, la sua immagine appare addirittura “più grande” di quella del presente; un esempio per tutti “La canzone degli amanti”, un brano “mai vissuto”, improbabile per la sua giovane età, ma che Patty eseguì magistralmente.

Annunci

La Solitudine 

La Solitudine ( con Robert Charlebois )

(SENSATION)

(Bardotti- Rimbaud-Charlebois)

Patty Pravo ,Robert Charlebois, Paolo Ormi e la sua Orchestra

Edizioni: RCA

Là sul mare, l’onda viene,

l’onda va,

onde di mare,

non si incontreranno mai…

Di solitudine

puoi morire e non lo sai.
Strade di notte,

tutte uguali davanti a te

una ti porta a casa,

nelle altre ti perderai

in solitudine

parti sempre, non torni mai.
Guarda quei rami,

è la stessa pianta che

li ha fatti crescere,

uno è in fiore e l’altro mai.

La solitudine

fa appassire quel che non dai.
Io dico amore,

e tu amore rispondi a me.

Vorrei cambiare la tua vita con la mia.

La solitudine

fa pensare che è bugia.

1970