Archivi giornalieri: 14 agosto 2016

LA STRAGE DELLE INNOCENTI – PRAVISSIMA Selezioni Bibliografiche


PRAVISSIMA Selezioni Bibliografiche

tratto da

LA STRAGE DELLE INNOCENTI

Patty Pravo fa pagar cara alla discografia la sua immagine di Diva della Provocazione (Pravo=Provos, l’allusione era alla radice della scelta del “nome d’arte” di Nicoletta Strambelli). I suoi LP costano alla casa discografica 30 milioni e passa, in un’epoca in cui quelli degli altri ne costano 4-5. Patty esige che si registri solo nelle ore notturne (quando la sala di registrazione costa il doppio e scattano molti “superi” extra di straordinari dei tecnici e del personale). Si narra che durante alcune sedute di registrazione Patty interrompa per due ore ricevendo in sala di registrazione il suo maestro di yoga per i relativi esercizi. Un comportamento insomma da bizzosa popstar, che scivola spesso nel burinismo quando coinvolge oltre alla casa discografica anche i musicisti, i tecnici, insomma tutti quelli che le gravitano attorno non per “rendere omaggio” ma per lavoro. Ma è anche vero che tra tutti i personaggi di Dive che abbiamo visto, Patty Pravo è stata quella che ha dovuto subire di più l’etichettamento, o meglio che ha dovuto prendere su di sé compiti molto grossi: essere oggetto di identificazione dei “giovani”, degli amanti delle “Signore della canzone”, dei “gay”, dei “beat” e dei “rockers”, o di semplici canzonettari in un’epoca per di più dove la canzone non faceva ancora “cultura” e veniva guardata un po’ dall’alto. Oggi si sociologizza, si tirano in ballo Marx e Freud, si scompongono con banale dandismo intellettuale da poveri professorini anche i Kobra della Rettore. Figuriamoci che sarebbe successo con la Patty Pravo, se i tempi fossero stati “semiologicamente maturi”. Ma forse il suo personaggio di prima vera Diva-anti-diva, è stato messo un po’ ai margini dell’attenzione critica, proprio perché imbarazzante. Come imbarazzanti furono le foto vigliacche che il signor Paolo Mosca fece pubblicare sulla copertina di un Novella 2000: si vedeva una Patty Pravo smagrita, tesa, apparentemente invecchiata, e la didascalia, tutta maiuscola, recitava: “COME SI E’ RIDOTTA”. Ma la cosa non pare aver granché nuociuto a Patty Pravo, ha solo mostrato il volto del “giornalismo avvoltoio” per famiglie benpensanti. Patty la vediamo rispuntare ogni tanto nei punti più diversi: se è emaciata su Novella 2000, è ancora bambolina su Sorrisi e Canzoni e subito dopo vampira-sexy su Playboy. Le sue canzoni si sentono meno, non è più nemmeno chiaro dove abiti (se a Roma o in America come dicono alcuni), se se ne stia a farsi i fatti suoi o mediti nuove vendette, se incide per Tizio (RCA) o per Caio (Ricordi) o solo per sé. Il periodo vede emergere nuove presenze di anti-dive che non fanno un mito neanche dell’antidivismo, fanno l’occhietto alle clownerie (come la Rettore) o frequentano le palestre per imparare a tirar cazzotti (come la Nannini). Pare di rigore anche un certo cialtronismo, che Patty anche nei suoi momenti più sgraziatamente punk ha sempre “tenuto a distanza”. Questo è quanto, però è già qualcosa poter dire che anche la canzonetta rock ha avuto la sua Marlene Dietrich.

 ▪

LA STRAGE DELLE INNOCENTI – GIANFRANCO MANFREDI – LATO SIDE EDITORI (1982)

Annunci

Patty Pravo – ​DISCOGRAFIA COVER – Brani di Altri Interpreti Eseguiti da Patty Pravo 

Discografia Cover

Patty Pravo

COVER

▪▪▪

BRANI DI ALTRI INTERPRETI ESEGUITI DA PATTY PRAVO


* 1941 Harry Nilsson / 1941 1967

* A MI ME DIERON EL MAR Piero / A mi me dieron el mar 1972

* ALASKA Lou Reed / Caroline says 1973

* ALL’INFERNO INSIEME A TE C.Puterflam/Détachez-moi les bras 70

* AMBRA Maria Bethania / Âmbar 1996

* BELLO Talking Heads/Love (goes to) building on fire 1976

* BELLO MIO Maurizio Monti / Bella mia 1973

* CHI TI DARA’ Irma Thomas / I’m gonna cry 1965

* CI AMIAMO TROPPO Ike & Tina Turner/River deep mountain high 66

* COL TEMPO Léo Ferré / Avec le temps 1970

* COME UN PONTE SULL’ACQUA CHE VA Electric light orchestra / Can’t get it out of my head 1974

* CRY ME A RIVER Julie London / Cry me a river 1956

* DA SOLI NOI Boz Scaggs / We’re all alone 1976

* DAI SALI SU Styx / Come sail away 1977

* E IO CAMMINO Electric light orchestra / Evil woman 1975

* E MI MANCHI TANTO Alunni del sole / E mi manchi tanto 1973

* E TORNO’ LA PRIMAVERA Deborah Kooperman / E tornò la Primavera 1969

* FAMMI MALE CHE FAI BENE Supercar / Be 2000

* FIVE FOOT TWO EYES OF BLUE Art Landry / Five foot two eyes of blue 1925

* FOLLOW THE LAMB Ben Aitken / Follow the lamb 1970

* GRAND HOTEL Renato Zero / Motel 1976

* IL MIO FIORE NERO The Peddlers / Girlie 1969

* IL PARADISO La ragazza ’77 / Il paradiso della vita 1968

* IL PARADISO Amen Corner / (If paradise is) Half as nice 1969

* IL PARADISO Mal / (If paradise is) Half as nice 1969

* IL PARADISO Tina Banon / Le paradis 1969

* IO PER LUI Frankie Valli / To give (the reason I live) 1967

* JMANJA Socrates / A day in a heaven 1975

* L’AMORE E’ TUTTO QUI Piero Ciampi / L’amore è tutto qui 1975

* L’AMORE E’ TUTTO QUI Nada / L’amore è tutto qui 1975

* LA DANZA DI ZORBA Dalida / La danza di Zorba 1965

* LA FORMA MATERIALE Il piano “b” / La forma materiale 2002

* LA MELA IN TASCA Socrates / Starvation 1975

* LA SOLITUDINE Robert Charlebois / Sensation 1970

* LA SOLITUDINE Léo Ferré / La solitude 1970

* LA TUA VOCE The Beatles / And I love her 1964

* LANTERNE ANTICHE Dough Ashdown / Annie’s antique magic lantern show 1970

* LANTERNE ANTICHE Marian Henderson / Annie’s antique magic lantern show 1970

* LE POETE Bruno Lauzi / Il poeta 1963

* LE TUE MANI SU DI ME Antonello Venditti / Le tue mani su di me 1973

* LES ETRANGERS Harry Belafonte / Merci bon dieu 1956

* LOVE STORY Francis Lai / Theme from Love story 1970

* LOVE STORY Shirley Bassey / Where do I begin 1971

* MICHELLE The Beatles / Michelle 1965

* MISS ITALIA Styx / Miss America 1977

* NEL GIARDINO DELL’AMORE José Feliciano / Rain 1968

* NEW YORK Lorella Pescerelli / New York 1979

* NOI DI LA‘ (LAGOINHA) Carlinhos Brown / Lagoinha 2001

* NON, JE NE REGRETTE RIEN Edith Piaf / Non, je ne regrette rien 1961

* NON ANDARE VIA Jacques Brél / Ne me quitte pas 1959

* NON POSSO FARE A MENO DI TE Mina / Uappa 1976

* OLD MAN RIVER Da “Show boat” / Old man river 1927

* PARLEZ-MOI Robert Charlebois / Parle-moi 1971

* PER GIOCO PER AMORE Michel Colombier feat. Herb Alpert / All in all 1970

* PERCHE’ SEI IL MIO UOMO Samantha Sang / The love of a woman 69

* PICCINO Léo Ferré / Petite 1969

* PIGRAMENTE SIGNORA Dan Fogelberg / To the morning 1972

* PIRAMIDI DI VETRO Socrates / Queen of the universe 1975

* PREGHIERA Cockpit / Bright tomorrow 1970

* QUI E LA’ Lee Dorsey / Holy Cow 1966

* RAGAZZO TRISTE Sonny & Cher / But you’re mine 1965

* ROMA E’ UNA PRIGIONE I Girasoli / Roma è una prigione 1970

* SE MI VUOI BENE Tommy Hunt / I just don’t know what to do with myself 1962

* SE PERDO TE PP Arnold / The time has come 1967

* SOGNI This Mortal Coil / Red rain 1986

* SOLA IN CAPO AL MONDO Aphrodite’s child / End of the world 1968

* SOMETHING The Beatles / Something 1969

* STELLA CADENTE Harry Chapin / Shooting star 1974

* STO CON TE The 4 seasons / Tell it to the rain 1966

* SWEET LOVE Jenny Muldaur / Wondering

* THE LONG AND WINDING ROAD The Beatles / The long and winding road 1970

* THE PIED PIPER Crispian St.Peter / The pied Piper 1966

* TIE A RIBBON ROUND MY SOUL Bernie Paul / Tie a ribbon round my soul 1979

* TOCCAMI Gianni D’Errico / Toccami 1974

* TORNA INSIEME A LEI José Feliciano / Once there was a love 1970

* ULTIMO IMPERO This mortal coil / I want to live 1986

* UN GIORNO COME UN ALTRO The Bee Gees / First of May 1968

* UN VOLTO BIANCO SULLA NEVE Nicole Croisille / I do love you 1970

* UN’ORA FA Tony Del Monaco / Un’ora fa 1969

* UNA CONCHIGLIA Capuano Orchestra / Concerto per voce piano & sogni (Sigla iniziale Festival di Sanremo 70) 1970

* VOLA Mia Martini / Vola 1978

* VOLA Ivano Fossati / Vola 1979

* VOLA Marie Laforet / Pourquoi 1979

* YESTERDAY The Beatles / Yesterday 1965

* YOU MAKE ME LOVE YOU Al Jolson / You made me love you 1913

* WILD WORLD Cat Stevens / Wild world 1970

* WITH A LITTLE HELP FROM MY FRIEND The Beatles / With a little help from my friends 1967

▪▪▪

(C) 2014/2015

http://www.pattypravo.net

▪▪▪

PENSIERO STUPENDO – Lampoon – ​Rassegna Stampa

Rassegna Stampa

Selezione Articoli 

Lampoon

20 FEBBRAIO 2016 AT 11:00/ EDITORIAL
PENSIERO STUPENDO

Testo Roberta Ruiu

@robertaruiu

Sul set è antipatica. Bella e stronza – esagerata, come piace a me. Così snob e pop. In fondo Patty Pravo ha trovato la sua pace con quel suo modo di essere – svampita e quasi bambina – solo quando si spengono le luci di un palco.
Il timbro inconfondibile e le movenze teatrali. Atteggiamenti e vissuti.  Finiamo di cenare con amici e rimaniamo sole sulla terrazza del Gallia. Qualche sigaretta, qualche cattiveria. Fa freddo, ci danno una coperta di pile. Io mi copro – Patty no: «Non mettere la coperta di pile, è per le vecchie!».
Insonne entrambe, continuiamo a chiacchierare. La nostra morbosità per i gialli. La notte Patty è fissa sui canali.
Penso che Patty abbia ancora amore da dare, che ne abbia ricevuto meno di quanto meritasse. Amata dal suo pubblico, non sono sicura se così tanto dalle persone che invece sostengono o hanno sostenuto di amarla.
Perché sono soprattutto le dive a cercare amore – quello disinteressato – e spesso si devono accontentare del contrario, trovando una solitudine che non uccide, ma che fa male.
Non so se sia il caso di Patty, ma nei suoi occhi ho letto un disperato bisogno di sincerità nei suoi confronti e tanto bisogno di sentirsi libera, di una dolcezza che sconvolge. Il mio pensiero stupendo.

Text Roberta Ruiu

fb_img_1459877823968


 

http://lampoon.it/editorial/pensiero-stupendo/

Patty Pravo – Ragazza Passione 

​Patty Pravo

Oltre L’Eden

1989 – FONIT CETRA TLPX 226

▪▪▪

RAGAZZA PASSIONE

(P.Dossena – P.Pravo – T.Carnevale)
Un desiderio avido oltre il gran silenzio

Lacrime che scivolano sopra i miei seni soli

Che strano amore è

Così diverso

Dove costruirà il suo nido

Tu scoprilo se vuoi questo mio pensiero e poi

Tu prendilo se vuoi un altro momento così
Tu sei un attimo d’eternità

Tu sei un attimo d’amore
E’ solo un giorno in più

È solo un altro giorno così

È solo un giorno in più
E la mia bocca avida ha le sue folli rime

Tu angelo degli occhi miei lasciami toccare il cuore

Io sento che tutto intorno a me 

E non puoi più dire nulla se dico

Tu scoprilo se vuoi questo mio pensiero e poi 

Tu prendilo se vuoi un altro momento così
Tu sei un attimo d’eternità

Tu sei un attimo d’amore
E’ solo un altro giorno quale momento così

Desiderio di te che te ne vai

1989


Mia Martini:Morire di Talento 

Raul Rizzardi RitZ’Ó 

Agosto 2016

 ▪

Un ricordo di Mia Martini, grande Artista mai dimenticata e difficilmente dimenticabile

Regina senza trono, unica interprete di un repertorio possibile solo a Lei.

Cantante quasi Attrice dei brani del suo repertorio;maniaca della perfezione e perfezionista della sua anima, per non tradire mai il suo pubblico che sia nei momenti up che in quelli down la segue sempre come una regina, dedito e grato del talento autentico che Lei regala, con passione, sofferenza ma vero amore, amore per quel lavoro che tanto ama ed un po’ forse odia ,per quel lavoro che rimane il solo che sa fare ed anche l’unico che la fa vivere ma anche un po’ morire.

 Interpretazioni tecnicamente perfette ma struggenti e dense d’anima. Con la voce roca e graffiata e le parole appese alla sua bocca digrignata cantava e canta rabbia e disperazione.

Mia o Mimì; un raro esempio di come sia possibile Morire di Talento.


Rizzardi Raul – Milano – Facebook – https://goo.gl/dD5rFc 

DALIDA; Tutti i colori della musica

​​​DALIDA

Tutti i colori della musica

Quando si parla di lei, troppo spesso si tende a spostare gli accenti su ciò che è stata la sua vita privata, dalle origini fino al giorno del tragico epilogo, mentre si parla sempre troppo poco di canzoni, un’eredità immensa che Dalida ha lasciato in dote a chi non l’ha mai dimenticata e a tutti coloro che continuano a scoprire e riscoprire il suo immenso repertorio: affrontarlo significa prendere idealmente per mano una grande interprete e con lei fare un “viaggetto” nella musica lungo trent’anni.
Esclusi il rock e l’heavy metal, l’artista ha toccato nel corso della sua carriera praticamente tutti i generi musicali possibili e immaginabili. Dotata di una voce unica e speciale, ha saputo vestire tutte le canzoni, eseguite in varie lingue, con il suo stile inconfondibile, risultando credibile sia cantandoBrel che Viva la pappa col pomodoro, passando dalla canzone drammatica, quasi teatrale, al puro intrattenimento della disco anni Ottanta. UnaDalida per tutti, dunque… Un’interprete eclettica, trasversale, ma sempre riconoscibile, da ascoltare e vedere, capace di far piangere, sorridere, ballare e sognare.
Immensa la produzione di opere realizzate e poi ripubblicate (in versione digitale) grazie alla volontà e alla dedizione assoluta del fratello Orlando, erede e paladino dell’immagine di Dalida nel mondo.
Il repertorio che da Bambino (1956) in poi copre l’arco di tempo che arriva fino alla fine degli anni Sessanta è godibilissimo ancora oggi. Basta ascoltare il suo canto melodioso, a volte scanzonato, qualche volta sofferto, per ritrovare l’incanto e le atmosfere di quel periodo. Emozioni e ricordiche sicuramente riaffiorano per gli amanti della musica che hanno vissuto quell’epoca straordinaria di rinascita sociale e culturale in prima persona, ma non meno preziosi per chi l’ha scoperta attraverso il cinema, la letteratura e la musica di quegli anni. Anni di fatica, di ricostruzione e di grandicontrasti sociali, ma superbamente immersi in una rigogliosa e irripetibile primavera.
 

E’ un piacere riascoltare brani come Bambino (1956), Quand on a que l’amour di Jacques Brel e Gondolier (1957), Le jour ou la pluie viendra(Delanoe-Becaud) e Les gitans (1958) o Les enfants du Pirée (1960)… Una voce molto evocativa, quella di Dalida, perfetta per la musica di Mikis Theodorakis, ad esempio, del quale oltre a La Danza di  Zorba, nella prima versione del 1965, ha pubblicato anche altri brani, come Mon frère le soleiled Entre les lignes entres les mots, incisi cinque anni dopo. Continuando il viaggio negli anni Sessanta, impossibile dimenticare la sua proverbiale teatralità nel porgere brani come Ciao amore, ciao, di Luigi Tenco, Mama, Dan dan dan, Un po’ d’amore, Bang Bang, incise tra il 1967 e il 1968. Impossibile dimenticare quella sua figura essenziale, austera, a tratti inquietante che arrivava nelle case dagli schermi televisivi in bianco e nero in occasione delle partecipazioni a trasmissioni televisive molto popolari in Italia, come Canzonissima, ad esempio… Aveva sempre quel qualcosa in più rispetto a molte altre, era una vera artista.

Ma è nella seconda parte della sua carriera, dai Settanta in poi, che io ritrovo la Dalida che amo di più. Spogliando il repertorio dei brani più popolari e commerciali, tra i quali molte cover di successi italiani (La prima cosa bella, Anima mia, 4 marzo 1943, Parole parole, Ti amo, Kalimba de luna, etc.) e accantonando gli episodi meno interessanti delle versioni disco e dance degli anni Ottanta, vale la pena cercare, secondo me, nel corposo bagaglio di canzoni, per lo più melodiche, spesso scritte da grandi firme della musica francese. Tra le tante, pescando a caso in quegli anni, alcune tra le mie preferite sono Une vie, Parce que je ne t’aime plus, Mourir sur scène, Lucas, Manuel, L’amour a la une, Une femme à quarante ans, Et la vie continuera, L’amour et moi, Il pleut sur Bruxelles, Fini la comédie, Amoureuse de la vie, e poi La Mer capolavoro assoluto di Trenet insieme a Que reste -t- il de nos amours. Potrei continuare con Ta femme, fino a risentirla superare se stessa in Je suis malade di Serge Lama. E ancora, L’amour qui venait du froid, Avec le temps, La rose que J’amais e molte altre… Curioso è stato scoprire nel brano Voyage sans bagages un originale adattamento di Roma è una prigione, incisa in Italia da I Girasoli ma più conosciuta nella versione di Patty Pravo (facciata B del 45 giri La spada nel cuore). E questa è solo una delle tante piccole e grandi “sorprese” del repertorio di Dalida.
Cosa non mi piace, invece? Quando si massacra un brano come Le foglie morte in un’improbabile versione dance, o l’ingenuità di quel Gigi l’amorosoche è piaciuto tanto al grande pubblico, insieme e qualche altra “marcetta” di troppo. Diciamo che una selezione più accurata dei brani (Dalida ha “coverizzato” qualsiasi cosa), non sarebbe stata un’idea da scartare. Però se si considera la consistenza e la vastità del suo repertorio, e quindi la grande possibilità di scelta, ci si può anche permettere di passare oltre senza colpo ferire: di nessun artista è mai stato obbligatorio ascoltare o collezionare la discografia completa.
 Un’ultima e un po’ amara considerazione: che peccato che tutta questa MUSICA non sia bastata a consolarla e a portarla ad amare la vita fino in fondo.

Rosario Bono – 15 GENNAIO 2008

Patty Pravo – ​DISCOGRAFIA COVER – Brani di PATTY PRAVO eseguiti da Altri Interpreti 

Discografia Cover

Patty Pravo

COVER

BRANI DI PATTY PRAVO ESEGUITI DA ALTRI INTERPRETI

▪▪▪
* ANGELUS Ivano Fossati / Angelus 2002

* AUTOSTOP Diva / Autostop 2011

* BABY BLU Luca Madonia / Il sole è spento 2004

* BALLERINA BALLERINA E.Simonetti / Ballerina ballerina 1970

* CALDO Marco Del Bene / Babe 2005

* CANZONE DEGLI AMANTI Franco Battiato / La canzone dei vecchi amanti 1999

* CHISSA’ COME FINIRO’ S.Shapiro / Chissà come finirò 1970

* COL TEMPO Franco Battiato / Col tempo sai 2002

* COL TEMPO Alice / Col tempo sai 2003

* COME UN PIERROT Ivan Graziani / Come un Pierrot 1974

* E DIMMI CHE NON VUOI MORIRE R.Ferri / Reste 2006

* E DIMMI CHE NON VUOI MORIRE Stadio / Dimmi che non vuoi morire (Live) 2006

* E IO VERRO’ UN GIORNO LA’ Umberto Marzotto / E io verrò un giorno là 2009

* EMMA BOVARY Franco Battiato / Emma 1998

* FARFALLA PENSANTE M. Parente / Farfalla pensante 02

* GOODBYE MY LOVE Mango / Stella del nord 1987

* IL MIO FIORE NERO Lucio Dalla / Il mio fiore nero 1970

* IL PARADISO Lombroso / Il paradiso 2008

* INCONTRO Ednita Nazario / Encuentro 1976

* IO TI VENDEREI Lucio Battisti / Io ti venderei 1976

* LA BAMBOLA Heidi Bruhl / La bambola (v.tedesca) 1968

* LA BAMBOLA Dalida / La bambola (v.francese) 1968

* LA BAMBOLA Marjana Derzaj / Lutkica (v.slovena) 1968

* LA BAMBOLA Anneke Gronlok / La bambola (olanda) 68

* LA BAMBOLA Anita Lindblom / La bambola (v.tedesca) 68

* LA BAMBOLA Anita Lindblom / La bambola (v.inglese) 68

* LA BAMBOLA Gabi Novak / Igracka (v.croata) 1968

* LA BAMBOLA Mairi Alexopoulou / I bambola (v.greca) 76

* LA BAMBOLA Moira / La poupée (canada) 1970

* LA BAMBOLA Enrico SImonetti / La bambola 1970

* LA BAMBOLA Ivan Cattaneo / La bambola 1983

* LA BAMBOLA Balentes / La bambola 2003

* LA BAMBOLA Sabrina Di Stefano / La bambola 2007

* LA BAMBOLA Giusy Ferreri / La bambola 2008

* LA BAMBOLA Figli di madre ignota / La bambola 2010

* LA BAMBOLA Sara Lov / La bambola 2011

* LA BAMBOLA Vanja Stojkovic / Lutkica (v.serba) 1968

* LA BAMBOLA Gro Anita Schon / La bambola (v.norvegese)

* LA BAMBOLA Mia Adolfson / La bambola (v.svedese)

* LA BAMBOLA Berit / La bambola (v.svedese)

* LA BAMBOLA Byrgit Lystager / La bambola (v.svedese)

* LA BAMBOLA Norma Hendy / La bambola (v.fiamminga)

* LA BAMBOLA SPA Olè-Olè / La bambola Spa 1987

* LA BAMBOLA SPA Los Iracundos / La bambola Spa 1996

* LA BAMBOLA SPA Lolita / La bambola Spa 2002

* LA BAMBOLA SPA Missbit / La bambola Spa 2010

* LA BAMBOLA SPA Maurizia Paradiso / La bambola Spa

* LA DANZA DI ZORBA Dalida / La danza di Zorba 1987

* LA SPADA NEL CUORE L. Tony / La spada nel cuore 70

* LA SPADA NEL CUORE I Profeti / La spada nel cuore 70

* LA SPADA NEL CUORE R.Gianco/La spada nel cuore 70

* LA SPADA NEL CUORE L.Battisti/La spada nel cuore 04

* LES ETRANGERS E.Papi / Des étrangers 1998

* MALATO AMORE Sharo Star / Malato amore 2011

* MALE BELLO Ivan Cattaneo / Male bello 1979

* MERCATO DEI FIORI Francesco De Gregori / Al mercato dei fiori

* MORIRE TRA LE VIOLE M.Monti / Morire tra le viole 73

* NEL GIARDINO DELL’AMORE Lucia Rizzi / Nel giardino dell’amore 1970

* NEW YORK Flavio Paulin / New York 1979

* NON TI BASTAVO PIU’ Le voci blu / Cosa non pagherei 1971

* NON TI BASTAVO PIU’ Shel Shapiro / Wasn’t it good enough 1972

* PAZZA IDEA Elda Vider / Nora Je Misel 1973

* PAZZA IDEA Rita Hovnik / Laat me allen 1976

* PAZZA IDEA Iva Zanicchi / Pazza idea 1987

* PENSIERO STUPENDO Mambassa / Pensiero stupendo 97

* PENSIERO STUPENDO Dolcenera/Pensiero stupendo 05

* PENSIERO STUPENDO La Miss feat.Amir / Pensiero stupendo 2009

* PENSIERO STUPENDO Dente / Pensiero stupendo 2010

* PENSIERO STUPENDO Naike Rivelli / Unspoken 2011

* PENSIERO STUPENDO Antonella Delli Santi 2013

* PENSIERO STUPENDO Roisin Murphy 2014

* PER AMARTI D’AMORE Mango / Tu pioggia io mattino 76

* PER TE Rita Pavone / Per te 1971

* PER TE CHE MI APRI L’UNIVERSO Mango / Per te che mi apri l’universo 1976

* POESIA Riccardo Cocciante / Poesia 1973

* POESIA Richard Cocciante / Poetry 1976

* QUALE SIGNORA Giovanni Ullu / Ragazzina 1978

* RAGAZZO TRISTE Ivan Cattaneo / Ragazzo triste 1981

* SE CHIUDI GLI OCCHI Pia Tuccitto/Se chiudi gli occhi 2005

* SE PERDO TE Mango / Se perdo te 2008

* SE PERDO TE Francesco Renga / Se perdo te 2009

* SENTIMENTO Lea Laven / On paiva tai yo

* SENTIMENTO Mayra Martì / Sentimiento 1968

* SENTIRTI Mango / Sentirti 1979

* SENTIRTI Mietta / Sentirti 2003

* SOGNO Sharo Star / Sogno 2011

* SONO COSA TUA Maurizio Monti / Dipendi da me 1973

* STORIA DI UNA DONNA S.Shapiro / The same old chair 72

* TRIPOLI 1969 Platinette / Tripoli 1969 1999

* TUTT’AL PIU’ Dalida / Tout au plus 1971

* TUTT’AL PIU’ Platinette / Tutt’al più 1999

* UN PO’ DI PIU’ Shel Shapiro / Un po’ di più 1972

* UN PO’ DI PIU’ Mersia / Un po’ di più 1974

* UN PO’ DI PIU’ Mina / Un po’ di più 1979

* UN PO’ DI PIU’ Anna Vissi / Un po’ di più (v.greca)

* UN POCO DI PIOGGIA G.Morandi/Un poco di pioggia 72

* UN POCO DI PIOGGIA S.Shapiro/Un poco di pioggia 70

* UNA CASA NUOVA Stadio / Una casa nuova 2002
▪▪▪

(C) 2014/2015

http://www.pattypravo.net

 ▪▪▪