PATTY PRAVO – XENIA – 28° FESTIVAL MIX MILANO 2014 -” su YouTube

◾◾◾◾◾

Pubblicato il 22 gNon iu 201421/06/2014
La terza serata del 28° FESTIVAL MIX, è stata monopolizzata dalla proiezione di XENIA (PAZZA IDEA) del regista greco Panos H. Koutras, nonostante la presenza nello stesso giorno di altri film altrettanto significativi, come OF GIRS AND HORSES di Monika Treut, TEST di Chris Mason Johnson e IL ROSA NUDO di Giovanni Coda. Per XENIA Il teatro Strehler era pieno in ogni ordine di posti, grazie soprattutto alla partecipazione alla serata di Patty Pravo che con il regista ci ha parlato di se stessa e del film. XENIA, già presentato al Festival di Cannes 2014, contiene infatti un piccolo cammeo di Patty Pravo nel ruolo di se stessa, ma in realtà tutto il film un omaggio alla sua musica ed al suo personaggio.
Il regista Panos H, Koutras era già noto per il suo bellissimo film precedente STRELLA, un’altra storia di un viaggio, in cui un padre cercava il figlio, divenuto transessuale e senza riconoscerlo lo amava, sessualmente parlando. Anche qui si racconta di un viaggio, una odissea, di due giovani adolescenti alla ricerca del padre, ma anche verso l’età adulta. I due protagonisti, interpretati da due bravissimi attori albanesi non professionisti, sono due fratelli, il quindicenne Danny e il diciottenne Odysseus, appena rimasti orfani della loro madre albanese. I due decidono di andare alla ricerca del loro padre, greco, che li aveva abbandonati da piccoli, con l’intenzione di costringerlo a riconoscerli come figli, permettendo così a loro di ottenere la cittadinanza greca. I due fratelli sono diversissimi tra loro. Danny è biondo, gay, molto effeminato e infantile, convive con un coniglio immaginario ed è segretamente innamorato del fratello, Odysseus invece è moro, eterosessuale, virile e con la testa sulle spalle. Ma i due si vogliono molto bene ed hanno una cosa in comune, l’amore per le canzoni di Patty Pravo ereditato dalla madre. Odysseus canta anche benissimo e verrà convinto dal fratello a partecipare ai provini di selezione di un importante talent show greco, ovviamente con una canzone della Patty, Tutt’al più.
Il film è disseminato di citazioni, soprattutto verso la mitologia greca. Il titolo stesso XENIA, che significa ospitalità, richiama ad uno dei principi fondamentali della Grecia antica, oltre ad essere il nome di una catena di grandi alberghi che, come in una metafora, oggi sono in gran parte in rovina. Il film vuole mostrare come questo dovere sacro all’ospitalità venga ora tradito in Grecia (come del resto da noi), sia nel non riconoscere la nazionalità dei giovani figli di stranieri nati in Grecia, che nel chiudere gli occhi davanti a crescenti episodi di xenofobia provocati dall’estrema destra nazionalista. Ma l’argomento serissimo è trattato con leggerezza e umorismo, alternando scene drammatiche ad episodi surreali e grotteschi, il tutto condito con le canzoni della Patty ( oltre a Rumore della Carrà) nella tradizione di altri grandi registi gay come Ozon e Almodovar. La partecipazione straordinaria di Patty Pravo al film non è certo da Oscar, ma basta a dare al film una patina di polvere di stelle.
(RM)

youtube_logo-old.png

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...