Archivi categoria: TESTI CANZONI

ERA L’ARCOBALENO

ERA L’ARCOBALENO

Era l’Arcobaleno,

vicino a lui cielo sereno

Era come riposare

in un verde mare

Dio, perché mi hai fatta per soffrire

per soffrire anch’io,

oggi sento mio.

Solo lui che è contro di me

Solo lui che è contro di me

Dopo che l’ho lasciato,

solo a pregare

solo a morire per me

era l’arcobaleno

Ma nel mio cuore

non c’è sereno

era come riposare

in un verde mare

Caro non tornare…

Farti male questo

è il mio destino

oggi sento mio solo se,

se sei intorno a me

solo se , se sei intorno a me

solo che mi hai lasciata, sola a pregare

solo a morire, per me eri l’arcobaleno…

Eri l’arcobaleno…

ma nel mio cielo non dico di più….


Brano Inedito mai pubblicato

PATTY PRAVO con BRIGA – UN PO’ COME LA VITA

Patty Pravo con Briga – Un po’ come la vita

.

Autori: M. Rettani – D. Calvetti – S. Vallarino – M. Bellegrandi / M. Rettani – D. Calvetti – S. Vallarino – L. Leonori

EdPattyizioni: Warner Chappell Music Italiana / Museo dei Sognatori / Honiro

Un po’ come la vita

Senza più sognare

Di esistenza e di ironia

E scivolare…

E scivolare via

Come dire «ancora un po’»

Andare a cercare

Quella cosa che fa sempre un po’ più male

Ma che porta in un momento

A riconsiderare il vento

E poi gridare a me che non credo

Che il confine è l’unica cosa che non vedo

Tu dove vuoi volare…?

Hai tempo per pensare

Ma intanto dimmi almeno dove il cielo va a finire

Ricorda di giocare

E di portarti altrove

Io resto qui a capire come illuminarmi il cuore

Come illuminarci il cuore

Tu credi di volare

Ma l’illusione della gioia toglie il fiato anche alla notte

Magari prova a immaginare che sul retro della vita

Ci sia un immagine più forte

E non mi basterà il ricordo

Vorrei trovarmi nell’esatta condizione

Di una luce alla stazione

Su un binario abbandonato

Dove il viaggio non è mai iniziato

Per poi gridare a me che non credo

Che l’orizzonte è l’unica cosa che non vedo

Tu dove vuoi volare…?

Hai tempo per pensare

Ma intanto dimmi almeno dove il cielo va a finire

Ricorda di giocare

E di portarti altrove

Io resto qui a capire come illuminarmi il cuore

Come illuminarci il cuore

Ridammi una notte che brilla

Invece di un cielo di corvi

Non ti ricordi

Quando eravamo due corpi

Uniti nel prendere i colpi

Noi sapevamo come illuminarci

Prima di prenderci a calci

Prima di metterci al collo

Pure le croci degli altri

Solo per assomigliarci

E poi gridarmi ancora che non credo

Ma in questo tunnel così buio io non guardo indietro

E la fine è l’unica cosa che non vedo

Tu dove vuoi volare…?

Hai tempo per pensare

Ma intanto dimmi almeno dove il cielo va a finire

Ricorda di giocare

E di portarti altrove

Io resto qui a capire come illuminarmi il cuore

Come illuminarci il cuore

Foto di Claudio Porcarelli

Chi SiamoAlbum 2019 in uscitaContattiCookie & Privacy

© 2019 All Music Italia – P IVA 08385550960

web developer: zano.xyz

SONO COSA TUA

AMOR MIO

SONO COSA TUA
( Maurizio Monti )


Non credo all’amore puro, nemmeno a un amico sincero o al profilo delicato, sono cosa tua..Io.. che agli occhi degli altri so di essere perfetta, non faccio obiezioni, non parlo ti ascolto, dipendo da te.
Io che non parlo mai d’amore. Io non sorrido quasi mai. Mi crolla il mondo credi amore mio, se cambia il tempo ed io non sto con te.
Tu che fai tutto bene, amore. Tu che non sbagli quasi mai. Mi sento male, credi amore mio, se s’alza il vento ed io non sto con te.
Mi vedo ancora più bella ma sono la stessa di sempre e ti sto parlando seria, sono cosa tua..Io.. che adoro di caldo e ti sto così vicina che aspetti a toccarmi, lo sento ch’è giusto, dipendo da te.
Io che non parlo mai d’amore. Io non sorrido quasi mai. Mi…

View original post 104 altre parole

ALASKA

ALASKA 



Ho visto lei che non sorride più
non è più come una volta
ma forse è un po giù.
Ho visto lei si trucca per noi,
noi amici che ridiamo
se ubriaca dice che.

Lei sa che nell’aldilà
c’è freddo come in Alaska
poi piange e va alla finestra
cosa penserà?
Cosa penserà?

Ho visto lei stesa a terra all’ingiù dire:
picchia quanto vuoi
ma io non ti amo più.
Ha detto lei:
la vita non può essere solo questa,
nessuno ha detto no.

Ma lei cosa sa dell’aldilà
per questo ormai la chiamano Alaska
lei piange e va alla finestra
cosa penserà?
Cosa penserà?

Un giorno calma e con lucidità
ha rotto i vetri con i polsi
che freddo fa in Alaska


Questa canzone è un inexito di Patty Pravo 

PRAVISSIMA – TESTI Songs ▪ Patty Pravo – ​Innamorata io

PRAVISSIMA TESTI Songs 
◾◾◾

Patty Pravo

Innamorata io

(Luigi Albertelli – Giacobone – A. Contarino)

Corri qui amore
corri in fretta
e appoggia le tue mani nelle mie
devo dirti una cosa
ma importante
so che stai cambiando idea.

Innamorata io di te, si.
Innamorato tu di me, non so.

E ti voglio
io ti voglio vicino
soltanto per capire
perchè le cose vanno male.
Mi devi credere
non voglio essere io la tua poltrona
ma la tua donna
così normale io.

Innamorata io di te, si.
Innamorato tu di me, non so.

Ora quando torni a casa
te ne prego
non tentare di far andare tutto bene
io ti amo e sai che è vero
e non ti farò soffrire
se le cose vanno male
vanno male anche per me.

Innamorata io, si.
Innamorato tu di me, non so.

PRAVISSIMA TESTI Songs  – PATTY PRAVO ▪▪▪​Le tue Mani su di Me

PRAVISSIMA TESTI Songs 




PATTY PRAVO 
▪▪▪
Le tue Mani su di Me

(A. Venditti)

Le tue mani su di me 
è difficile chiamarti amore 
quando basta aprire 
la finestra per capire 
un’altra verità 
le tue mani su di me 
è difficile chiamarti amore 
quando il mondo sta vivendo 
sul tuo corpo innamorato 
la sua vanità 
una foglia stupida 
cade a caso sull’asfalto e se ne va 
una fabbrica occupata sulle nuvole 
e un fucile che rimpiange Waterloo 
un bambino che domanda come è nato 
si risponde sorridendo che lo sa 
il bicchiere di cristallo sta cadendo 
non amarmi, non amarti non ti riuscirà. 
Le tue mani su di me 
è difficile chiamarmi amore 
quando basta aprire 
la finestra per capire 
un’altra verità 
le tue mani su di me 
è difficile chiamarti amore 
quando il mondo sta vivendo 
sul tuo corpo innamorato 
la sua vanità 
una foglia stupida 
cade a caso sull’asfalto e se ne va 
una fabbrica occupata sulle nuvole 
e un fucile che rimpiange Waterloo 
un bambino che domanda come è nato 
si risponde sorridendo che lo sa 
il bicchiere di cristallo sta cadendo 
non amarmi, non amarti non ti riuscir

* Patty Pravo  1975 Incontro  1990 Pazza idea eccetera eccetera…

PRAVISSIMA –  TESTI Songs –  Patty Pravo – Mercato dei Fiori

 PRAVISSIMA TESTI Songs 



Patty Pravo


Il mercato dei Fiori 

(Francesco De Gregori)

Cammino per un attimo negli occhi,
negli occhi del mattino,
una donna che passa e che cerca lo sguardo e dice:
“Fate l’amore, l’amore”…è l’amore.
E’ l’amore che fa parlare le donne al mercato dei fiori.
Non nascondere il cuore(x2).
Tu mi hai seguito come un bimbo,
con pochi soldi in tasca e tutto un mondo da comprare…
perdere la testa nel profumo dei garofani,
rispondo a un tuo sorriso 
e a farti un cenno con la mano sotto gli occhi.
E il mattino ha seguito l’usanza,
era già mezzoggiorno…
al caffé caffellatte, campane, 
una rosa per lui, poi se vuoi, 
poi se vuoi ti presento…ai miei gatti.
E’ l’amore che fa cantare le donne al mercato dei fiori.
Non nascondere il cuore.
Vuoi essere uno che dipinge le strade,
marciapiedi celesti e portoni rosati…
aspettare il tramonto per tentare una gara…
voglio essere una, voglio essere quella, 
che ti sveglia alle dieci.
E’ l’amore che fa cantare le donne al mercato dei fiori.
Non nascondere il cuore

Incontro  1975 RCA

PRAVISSIMA TESTI Songs  – PATTY PRAVO  – Il venait d’avoir 18 ans 

PRAVISSIMA TESTI Songs 

PATTY PRAVO 

▪▪▪

Il venait d’avoir 18 ans 

(S. Lebrail – P. Sevran / P. Auriat – J. Bouchery) 

*

Il venait d’avoir dix-huit ans
il était beau comme un enfant
fort comme un homme
c’était l’été évidemment
et elle compté en le voyant
ses nuits d’automne
elle mit de l’ordre a ses cheveux
un peu plus de noir sur ses yeux
ça l’a fait rire
quand il s’est approché de lui
aurait donné n’importe quoi
pour le seduire

Il venait d’avoir dix-huit ans
c’était le plus bel argument
de sa victoire
il ne parlait jamais d’amour
il pensait que les mots d’amour
son dérisoires
il lui disait: “j’ai envie de toi”
il avait vu au cinema
“le blé en herbe”
au creux d’un lit improvisé
elle decouvrit émerveillée
un ciel superbe

Il venait d’avoir dix-huit ans
ça le rendait presque insolent de certitude
et pendant qu’il se rhabillait
deja vaincue, elle retrouvait sa solitude
aurait voulu le retenir
pourtant elle le laissé partir
sans faire un geste
il a dit: “c’était pas si mal”
avec la candeur infernale
de sa jeunesse

Il venait d’avoir dix-huit ans
il était beau comme un enfant
fort comme homme
aurait voulu le retenir
pourtant elle le laissé partir
sans faire un geste

Patty Pravo – 2007 Spero che ti piaccia… pour toi

PRAVISSIMA – TESTI Songs ▪Patty Pravo – Unisono  

PRAVISSIMA – TESTI Songs 

Patty Pravo

  

UNISONO

(Giuliano Sangiorgi)

▪▪▪

Hai mai sentito sulla pelle piovere
Dal cielo mille stelle all’unisono
E come fossero di carta e anima
Si appiccicano a te ti indossano

E non servirà più quella palla in cielo
Ma che servirà poi tutto questo grande nero
Se tu capirai non avere più bisogno di nessuno
Che tanto splendi tu
Che tanto basti tu
Che tanto niente altro ancora tu

Hai mai sentito fra le mani il mondo
Respirare come un corpo esanime
E il suo splendore muore dentro
Le parole che odorano solo di te
Solo di te

E non servirà più quella palla in cielo
Ma che servirà poi tutto questo grande nero
Se tu capirai di non avere più bisogno di nessuno
Che tanto splendi tu
Che tanto basti tu
Che tanto niente altro ancora tu

Ma che servirà tutto questo grande nero
Se splendi solo tu
Se manchi
Manchi tu
E niente altro ancora
Ancora tu

Dal cielo mille stelle all’unisono.

◾◾◾

Nella Terra dei Pinguini 2011

​Patty Pravo – TESTI Songs  ▪ Je ne sais pas  

​Patty Pravo



TESTI Songs 
▪▪▪

Je ne sais pas  
(Nicoletta Strambelli – Paul Martinez)
▪▪▪

Je ne sais pas – io non so che

vien vien, bon bon.
Sotto i ponti è bella Parigi con te

oui, at the middle places

at Paris wiht you.
Je ne sais pas – io non so che

je suis contènte

je suis contènte.
Je ne sais pas.
Mentre parlo con te

io non so che

mentre parlo con te

ye ye ye, parlo a te

ye ye ye, parlo a te

ye ye ye, parlo a te.
Je ne sais pas – io non so che

je suis contènte, ye contènte

ah ye contènte

and everything it’s fine.
Sotto i ponti è bella Parigi con te

oui, at the middle places

at Paris wiht you.
Je ne sais pas – io non so che

Je ne sais pas – io non so che

vien vien, bon beau

je ne sais pas

je ne sais pas.

 

◾◾◾

 


CERCHI
1982 CBO