PATTY PRAVO – BIOGRAPHY 3

PRAVISSIMA BIOGRAPHY


IMG_20170823_154211


PATTY PRAVO – BIOGRAFIA

3


i nonni e ezra pound


Ancora oggi l’Artista s’illumina ricordando che la nonna l’ha educata in modo meraviglioso; si commuove pensando al nonno che non si scomponeva mai, nemmeno per le sue bravate e che era fiero della ragazzina che era. La nonna lasciava il giusto spazio a bisogni e necessità della piccola, senza scordare il rigore. Teneva fortemente in considerazione il suo carattere e il suo spirito per fare sempre per lei la cosa migliore; nei giorni più difficili la aiutava a studiare le poesie (Nicoletta detestava studiarle a memoria), portandola a passeggiare da Piazzale Roma fino quasi a Marghera sul Ponte, manco a farlo apposta, della Libertà. Le concedeva ‘le manche’ (‘bruciare’, ‘fare sega’, assentarsi da scuola) a patto d’essere informata, consapevole del fatto che è meglio farsi una passeggiata se già ti svegli al mattino senza alcuna voglia di studiare. Perché non studierai, finirai per scaldare la sedia. Ed è in una di queste ‘manche’ che Nicoletta incontra per la prima volta Ezra Pound, poeta e scrittore candidato al Premio Nobel per la Letteratura, ritiratosi a Venezia e barricatosi nel silenzio per via di una intelligenza che mal sopportava una società dominata dal denaro e la vita contrastata che i letterati dovevano vivere: ‘Non ho scelto io il silenzio; è il silenzio che mi ha invaso’. Eppure il poeta a questa bimba sconosciuta sorrideva… E le comprava il gelato che diventò quasi un’abitudine. Incontri forse surreali di cui Nicoletta ricorda che tutti chiedevano: ‘Ma parla?’ E lei: ‘No, però comunica’. Non manca un dolore grande nella giovinezza dell’Artista: la morte del nonno. L’accaduto la colpisce profondamente, forse sente che deve cominciare a volare da sola e lascia con decisione Venezia per andare a studiare l’inglese in Inghilterra. La nonna, seppur dispiaciuta, l’asseconda.


http://http://www.pattypravoweb.com