Articoli in primo piano

Donne Protagoniste del Novecento

Donne Protagoniste del Novecento


La Galleria del Costume di Palazzo Pitti a Firenze e’, ancor oggi, l’unico museo statale in Italia dedicato a raccogliere, conservare, interpretare ed esporre archivi materiali della creatività internazionale nel settore della moda. Per il trentennale dello stesso, ‘Donne al centro’ sarà il filo conduttore: donne protagoniste in quanto collezioniste di abiti ed accessori, indossatrici- interpreti, stiliste di se stesse, signore della moda. Donne che hanno scelto di rendere ogni propria apparizione uno spettacolo. Donne creative, presenze non scontate. Quali nomi? Eleonora Duse, Cecilia Matteucci Lavarini, Donna Franca Florio, Anna Rontani, Antonella Cannavo’Florio, Anna Piaggi, Susan Nevelson, Lietta Cavalli, Flora Wiechmann, Cumani, Caputi.

E Patty Pravo, che fra il sorpreso e l’onorato contribuisce in maniera indelebile, con la sua presenza che aleggia fra i suoi abiti di scena donati ed esposti in maniera permanente, a quella che è e rimarrà una delle più belle esposizioni fatte finora su scala mondiale.


http://www.pattypravoweb.com

———————-

Donne protagoniste del ‘900’, la mostra a Palazzo Pitti

Saranno in mostra 60 abiti dedicati alla moda del XX secolo. Tra questi anche quelli della cantante Patti Pravo presente all’inaugurazione

`Donne protagoniste del ‘900` a Palazzo Pitti. In mostra anche quattro abiti donati da Patty Pravo

Uno dei quattro vestiti indossati da Patty Pravo. Questo è firmato Gucci 1987
Firenze, 11 novembre 2013 – ‘Donne protagoniste del ‘900’. E’ questo il titolo della mostra che si terrà alla Galleria del Costume di Palazzo Pitti, allestita per i 30 anni dalla fondazione, che sarà inaugurata domani alla presenza di Patty Pravo. La cantante ha donato quattro abiti per l’occasione. In mostra saranno 60 abiti dedicati alla moda del XX secolo. Gli indumenti della Pravo, tra cui tre indossati al Festival di San Remo nel 1984, ’87 e 2002, sono l’abito da sera di Gianni Versace (1984) interamente realizzato in tessuto metallico e due di Gucci, del 1987 (un miniabito a tubino dal de’collete’ dritto e un modello “princesse” dal taglio a sirena). L’altro completo donato dalla cantante e’ firmato Roberto Cavalli (del 2002), costituito da giacchino e gonna di color bianco avorio.

In esposizione anche i capi realizzati da Rosa Genoni, donna socialmente impegnata e promotrice della moda made in Italy; le tuniche realizzate da Fortuny appositamente per Eleonora Duse e i leggendari abiti di donna Franca Florio. E poi in mostra anche quelli di Maria Cumani, che ispirò il marito Salvadore Quasimodo, e di Antonella Cannavò Florio che indossava romantici abiti di Schuberth, il “sarto delle dive”. Ci sono gli abiti di Susan Nevelson, designer per Ken Scott; quelli di Lietta Cavalli e di Anna Rontani, scrittrice di romanzi che faceva sfoggio del suo guardaroba di oltre mille pezzi, dal quale ci sono pervenuti in dono alcuni esemplari. Di Flora Wiechmann Savioli e Angela Caputi si presentano rispettivamente i gioielli in materiali non preziosi e i bijoux.

“Donne al centro – ha detto Cristina Acidini, Soprintendente per il Polo Museale Fiorentino -, questo il filo conduttore: donne protagoniste in quanto collezioniste di abiti e di accessori, indossatrici e interpreti, stiliste di se stesse, signore della moda. Donne dello spettacolo; donne che hanno scelto di rendere ogni propria apparizione uno spettacolo”. Accompagna la mostra il catalogo curato da Caterina Chiarelli, direttrice della Galleria del Costume, edito da Sillabe.

Questo slideshow richiede JavaScript.


http://www.lanazione.it/firenze/
Annunci
Articoli in primo piano

Patty Pravo – Selezione Bibliografica – DIMMI CHE NON VUOI MORIRE

DIMMI CHE NON VUOI MORIRE

Autori:Massimo Carlotto/ IgorT

Edito da Mondadori

2007


NOTE

Graphic novel di Massimo Carlotto e IgorT. Oltre al titolo che riprende uno dei suoi successi, il personaggio della cantante Joanna è fisicamente ispirato a Patty Pravo.

Dimmi che non vuoi morire è ambientato tra la Sardegna, Parigi e il Nordest. La vicenda prende le mosse quando il proprietario di un noto ristorante di Cagliari si rivolge all’Alligatore e ai suoi soci e li ingaggia per ritrovare Joanna, la sua amante, una donna che vive come se fosse l’incarnazione di una nota cantante italiana degli Anni Sessanta. I tre si mettono alla sua ricerca, ma le cose ben presto si complicano. (Si precisa che i racconti si svilupperanno in altri quattro volumi, editi in tempi successivi e con diversi editori).

▪▪▪▪▪

 

http://www.pattypravoweb.com

Articoli in primo piano

PATTY PRAVO HOUSTON PHOTO GALLERY

Questo slideshow richiede JavaScript.


All’apice del successo internazionale, Patty Pravo viene invitata negli Stati Uniti per una serie di spettacoli dal vivo e televisivi nel corso dei quali si esibirà accanto a star internazionali del calibro di Frank Sinatra, Ray Charles, Sidney Poitier, Elizabeth Taylor e Richard Burton. Patty Pravo, accompagnata da Ruggero Orlando, storico corrispondente Rai, visiterà la Nasa a Houston ed incontrerà i celebri astronauti che un anno dopo effettueranno il primo sbarco dell’uomo sulla luna. Alcune di queste foto, provenienti dall’archivio privato di Patty Pravo, sono state realizzate da Pietro Pascuttini.


Photo di PIETRO PASCUTTINI

Articoli in primo piano

Le 5 curiosità su… PATTY PRAVO

PRAVISSIMA CURIOSITÀ

PATTYPRAVO

CURIOSITÀ


Le 5 curiosità su… PATTY PRAVO


1

Patty Pravo nella divina commedia…

Tutti conosciamo la grandissima diva della musica italiana Patty Pravo, nome d’arte di Nicoletta Strambelli, ma in pochi conosceranno l’origine e la scelta del suo cognome d’arte, infatti Pravo deriva da un passaggio dell’inferno dantesco: “guai a voi anime prave” ovvero malvagie.

2

Patty Pravo, medaglia d’argento nelle vendite al femminile

Dal suo debutto nel 1966 ad oggi, quindi più di cinquant’anni di carriera, la ragazza del Piper ha venduto più di 110 milioni di dischi nel mondo. E’ dopo Mina, la seconda artista femminile ad aver raggiunto un tale traguardo di vendite nel panorama musicale italiano.

3

Patty Pravo a Sanremo…

Dieci sono le partecipazioni alla kermesse canora senza centrare mai una vittoria. L’esordio avvenne nel 1970 assieme a Little Tony con la canzone “La spada nel cuore” dove raggiunse un ottimo quinto posto. Detiene tuttavia un record importante, insieme a Mia Martini: ovvero l’aver vinto più di una volta il Premio della Critica (dedicato poi alla stessa Mia Martini). Patty Pravo infatti è risultata vittoriosa nelle edizioni del 1984 con “Per una Bambola” – nel 1997 con “E dimmi che non vuoi morire…” e nel 2016 con “Cieli Immensi”.

4

Patty Pravo e un primato dall’alto

Tante sono le canzoni memorabili interpretate dalla ragazza del Piper, ma “Ragazzo triste” detiene un primato molto particolare, è stata infatti la prima canzone pop a essere trasmessa da Radio Vaticana.

5

Patty Pravo e il gossip

Oltre che per la musica, Patty Pravo è salita alla ribalta anche per la relazione con Riccardo Fogli dei Pooh, lei è stata la causa dell’uscita del cantante dal gruppo nel 1973, quando venne inseguito sostituito al basso da Red Canzian.


_____________
BY FRANCESCO NUCCITELLI POSTED ON AGO 11, 2017

***

Raul Rizzardi RitZ'Ó - Facebook / WordPress
Articoli in primo piano

OMAGGIO AI CLICKS DI CLAUDIO PORCARELLI 

Questo slideshow richiede JavaScript.

Claudio Porcarelli; touch minimalist per un click creativo

Energia, Creatività, una grinta al confine con la rabbia e un touch minimalist fanno di questo artista dell’immagine uno dei più moderni e talentuosi Fotografi. Claudio Porcarelli e” sempre in bilico tra uno scatto patinato da star e l’intensa passione per l’arte pura ma sempre in piena libertà e sempre senza compromessi.

1-101.png.png

RaulRizzardi – Facebook / WordPress

N.B. Vietata ogni riproduzione anche parziale senza la citazione del nome dell’autore


claudio-porcarelli-official-site-copia-1920x1080~01~02~01

Articoli in primo piano

Patty Pravo – Pensiero stupendo (Video Ufficiale)


PENSIERO STUPENDO


PENSIERO STUPENDO un brano musicale scritto da IVANO FOSSATI e OSCAR PRUDENTE

Il pezzo nacque nel 1974 per mano di Oscar Prudente, che ne scrisse sia la musica che il testo, intitolandolo Formule magiche. Il pezzo venne provinato da Gianni Morandi nel corso delle registrazioni dell’LP Mondo di frutta candita (pubblicato nel 1975 ed interamente scritto da Prudente), ma non se ne fece nulla.

In un’intervista per il programma Pop! Viaggio dentro una canzone, Prudente racconta di aver successivamente commissionato un altro testo a Ivano Fossati su richiesta dell’allora discografico CGD Alfredo Cerruti, che era in cerca di una hit per Loredana Bertè. Fossati scrisse dunque una storia sensuale e trasgressiva, in linea col personaggio allora in piena ascesa della Bertè, la quale però non ne apprezzò i contenuti e rifiutò di inciderla, optando per un altro pezzo scritto dal duo Fossati-Prudente e cioè Per effetto del tempo, incluso nell’LP Normale o super (1976).

In un’intervista al settimanale L’espresso, Fossati raccontò che la canzone fu poi proposta per il lancio in Italia di una cantante francese, Jeanne Mas, già popolare in patria  e per la quale era prevista la partecipazione all’edizione 1978 del Cantagiro.

Ma Ennio Melis, direttore generale della RCA a cui fu fatta ascoltare Pensiero stupendo, pensò immediatamente che la canzone fosse perfetta per Patty Pravo. Venne chiamata la cantante, che al momento era senza alcun contratto discografico dopo la rottura con la Ricordi, e nell’autunno del 1977 il brano venne inciso, per poi uscire su 45 giri nel gennaio 1978.

La Pravo registrò più volte il brano in studio, ma alla fine – dopo una session durata circa un paio d’ore – fu convinta dal produttore Antonio Coggio a lasciare il primo take, giudicato già perfetto per l’incisione su disco. Del pezzo esiste una versione con raddoppio vocale rimasta inedita. Questa è possibile ascoltarla nei due passaggi televisivi (il pezzo era presentato in playback) registrati prima della pubblicazione del 45 giri. I due programmi sono: Sim Salabim speciale Natale, trasmesso il 25 dicembre 1977 e condotto dal mago Silvan, e Festa d’Inverno – Disconeve 78, ideato da Vittorio Salvetti e registrato ad Asiago, in onda il 22 gennaio 1978. In entrambi i passaggi televisivi Patty Pravo si esibisce con i capelli rossi, evento piuttosto inconsueto.

Del 45 giri si possono trovare quattro tirature differenti, facilmente identificabili per il cambio di data, da gennaio ad aprile, riportato in copertina. In tutte le copie promozionali (etichetta bianca), e nelle primissime copie commerciali stampate in gennaio (etichetta azzurra) il brano è accreditato al solo Fossati. La foto di copertina è tratta da un concerto dell’estate 1977.

La Pravo, in un’intervista a metà anni 80, disse di essersi subito invaghita del brano perché le ricordava una notte trasgressiva passata al Pipers nei primi anni 60, con Nat e Nick del gruppo beat BlackJack.

Si trattò dell’ennesimo exploit discografico per la cantante veneziana: il singolo entrò in classifica alla decima posizione l’11 marzo del 1978, ed oscillò fra le prime cinque posizione per oltre due mesi, raggiungendo la vetta per due settimane in aprile. Alla fine dell’anno, Pensiero stupendo risultò essere il nono singolo più venduto del 1978.


COVER ED ALTRE VERSIONI

Negli anni successivi sono state incise numerose cover del brano. Una delle più celebri è quella interpretata da Dolcenera che, dopo essere stata presentata dal vivo durante il reality show Music Farm, è stata registrata in studio con il solo accompagnamento del pianoforte ed inclusa nel suo secondo album, Un mondo perfetto, pubblicato nel 2005. La stessa versione è stata poi utilizzata per uno spot televisivo dell’autovettura Hyundai i30, trasmesso nel marzo 2012. Una nuova versione, cantata dal vivo insieme a Loredana Bertè durante il Mardì Gras svoltosi a Torre del Lago nell’agosto 2005, è stata invece inserita nel DVD incluso nell’edizione speciale di Un mondo perfetto, uscito nel novembre 2005.

Un’altra cover tra le più note è quella interpretata dai La Crus nel 2001, cantata con la stessa Patty Pravo e con Manuel Agnelli, leader degli Afterhours, e inclusa nel disco Crocevia. Da questa versione è stato tratto anche un videoclip diretto dal regista Davide Marengo.

Fra le altre cover si elencano qui quelle di Alessandro MOP in Valentina; Beppe Dettori in D’oppio; Lamiss in Profumo di pioggia; Paola Atzeni e Marco Bianchi in Intrecci; ed altre ancora.
L’omonimo brano interpretato da Anna Tatangelo, che è una dedica alla cantante Maria Dal Rovere, non aveva a che fare con quello di Patty Pravo.

La stessa Patty Pravo ha più volte ripreso il brano: nel 1997 ha infatti registrato Pensiero stupendo ’97, e ne ha registrato un duetto con il gruppo milanese La Crus nel 2001 per l’album Crocevia.

Nel 2007 il brano è stato utilizzato per la colonna sonora della campagna pubblicitaria televisiva della Breil con protagonista Charlize Theron, motivo per cui Pensiero stupendo è comparso per molte settimane tra i brani più scaricati sull’iTunes Store, conquistando il suo primo disco di platino per le oltre 15.000 copie digitali vendute.

Una cover di Pensiero Stupendo compare anche all’interno dell’EP Mi Senti della cantante irlandese Róisín Murphy, uscito nel maggio del 2014 e contenente il rifacimento di alcuni brani classici del repertorio italiano.


https://it.m.wikipedia.org/wiki/Pensiero_stupendo/Bello

RaulRizzardilogogogogo~01

YouTube

youtube-77721dbc46ca3ac3e38697568410487e8d29d509b5c191345814faa22f3630c8

Articoli in primo piano

Patty Pravo raccontata da Sandro Franchin (Tour Manager Eccomi-Tour)

Patty Pravo raccontata da Sandro Franchin (Tour Manager Eccomi-Tour)


Sara Nolli ft. Davide Como – PATTY PRAVO STAFF
Riprese effettuate alle varie tappe dell’ECCOMI TOUR 2016.
Audio: Un senso (Patty Pravo LIVE 2016)
Record

Warner Musica Italia
Booking

Live Nation

(Puglisi, Levantini)
Managing director & press office

Rossella Martini
Press office

Warner Music Italia

(Massimo Recine)
BAND

DIRETTORE MUSICALE

Giovanni Boscariol

TASTIERE E PIANI

Michele Lombardi

SAX FIATI E PERCUSSIONI

Gabriele Bolognesi

BATTERIA

Andrea Fontana

CHITARRA ELETTRICA ED ACUSTICA

Ivan Geronazzo

CHITARRA ELETTRICA

Stefano Cerisoli

BASSO E CONTRABBASSO

Lucio Enrico Fasino

SOUND ENGINEER

Daniele Jack Rossi

FONICO DI PALCO

Stefano Luciani

TOUR MANAGER

Sandro Franchin


© 2016 YouTube, LLC 901 Cherry Ave, San Bruno, CA 94066

RaulRizzardilogogogogo~01

 

Articoli in primo piano

PATTY  PRAVO  – Partecipazioni a Manifestazioni Canore 

PATTY  PRAVO

Partecipazioni a Manifestazioni Canore 




Festival di Sanremo 

Edizione Artista Brano Autore Categoria Posizione Premi

  • Festival di Sanremo 1970  Patty Pravo & Little Tony La spada nel cuore Carlo Donida, Mogol Interpreti 5 Premio giornalistico alla migliore interpretazione
  • Festival di Sanremo 1984 Patty Pravo Per una bambola Maurizio Monti Campioni 10 Premio della critica
  • Festival di Sanremo 1987 Patty Pravo Pigramente signora Mauro Arnaboldi, Franca Evangelisti Campioni 20
  • Festival di Sanremo 1990 Patty Pravo Donna con te Danilo Amerio, Luciano Boero Ritirata qualche giorno prima della manifestazione
  • Festival di Sanremo 1995 Patty Pravo I giorni dell’armonia Maurizio Monti, Giovanni Ullu Campioni 20
  • Festival di Sanremo 1997 Patty Pravo …E dimmi che non vuoi morire Vasco Rossi, Gaetano Curreri e Roberto Ferri Campioni Finalista Premio della critica Premio migliore musica
  • Festival di Sanremo 2002 Patty Pravo L’immenso Lara Tempestini, Roberto Pacco e Fabrizio Carraresi Campioni 16
  • Festival di Sanremo 2009 Patty Pravo E io verrò un giorno là Andrea Cutri Artisti Finalista Premio AFI
  • Festival di Sanremo 2011 Patty Pravo Il vento e le rose Diego Calvetti e Marco Ciappelli Artisti Non finalista
  • Festival di Sanremo 2016 Patty Pravo Cieli immensi Fortunato Zampaglione Campioni 6 Premio della Critica


Festivalbar

  • 1969: Il paradiso
  • 1970: Per te
  • 1974: Quale signora
  •  1975: Incontro
  •  1976: Tanto (ospite fuori concorso)
  • 1978: Johnny (ospite fuori concorso)
  • 1985: Menù
  •  1987: Contatto
  •  1989: Oltre l’Eden…
  •  1997: Pensiero stupendo ’97
  •  1998: Les etrangers e Strada per un’altra città
  • 2000: Una donna da sognare e Una mattina d’estate

Scala Reale, Partitissima, Canzonissima e Premiatissima 

  •  1966 – Scala Reale: Ragazzo triste
  •     1967 – Partitissima: Qui e là
  •     1968 – Canzonissima: La bambola – Sentimento – Tripoli 1969
  •     1969 – Canzonissima: Nel giardino dell’amore – Ballerina ballerina
  •     1970 – Canzonissima: Per te – Non andare via – Tutt’al più
  •     1971 – Canzonissima: Preghiera – Non ti bastavo più
  •     1984 – Premiatissima: Il terzo uomo – Mille lire al mese – Come le rose – La danza di Zorba – Che m’è ‘mparato a fa’ – Il negro Zumbon

******

IMG_20170822_143319


Raul Rizzardi RitZ’Ó – Facebook / WordPress 
Articoli in primo piano

​BLA, BLA, BLA… PATTY PRAVO Autobiografia ▪ Anteprime Bibliografiche 

​BLA, BLA, BLA… PATTY PRAVO Autobiografia 

▪▪▪

BLA, BLA, BLA…

PATTY PRAVO con Massimo Cotto
Edito Arnoldo Mondadori Editore s.p.a Milano, 2007

▪▪▪

Tutti noi abbiamo la stessa luce dentro, solo che ognuno la coltiva e la sviluppa in modi o direzioni diversi o, nella peggiore delle ipotesi, non la sviluppa né coltiva affatto. A volte penso che ognuno di noi possa essere artista, se mette amore, curiosità, interesse, sensibilità e molta partecipazione in ciò che fa. Però è anche vero che alcuni di noi nascono più artisti di altri, con la capacità di sentire quello che gli altri percepiscono appena o per nulla. E questo è sì un dono, ma è anche una dannazione, un fardello che ti porti addosso. Perché ogni dono ha un suo prezzo da pagare. Non è comodo avere una sensibilità esasperata perché fino a quando la tramuti in arte va bene, ma poi c’è la vita di tutti i giorni…I miei punti fermi? I miei punti fermi sono io.

 Photo Claudio Porcarelli


Patty Pravo è l’ultima Diva della musica italiana. Sempre al di sopra del tempo e delle mode, la Pravo racconta per la prima volta episodi e aneddoti di una carriera lunga ed irripetibile, scandita da incontri eccellenti, canzoni superbe e capaci di segnare più epoche , sogni, ribellioni e provocazioni, sempre in bilico tra genialità e libertà.

▪▪▪

download

Copertina Libro


http://www.pattypravoweb.com/
Articoli in primo piano

Patty Pravo ▪  PREMI E RICONOSCIMENTI ALLA CARRIERA

​Curiosità “PRAVISSIME”

Patty Pravo

PREMI E RICONOSCIMENTI ALLA CARRIERA


Questi sono alcuni dei tanti riconoscimenti che Patty ha avuto nella sua lunghissima carriera

1970 – Premio giornalistico alla migliore interpretazione per l’interpretazione del brano La spada nel cuore (Festival di Sanremo 1970)

1984 – Premio della critica per l’interpretazione del brano Per una bambola (Festival di Sanremo 1984)

1990 – Premio 1º posto nel programma canoro Una rotonda sul mare col brano La bambola

1997 – Premio della critica per l’interpretazione del brano …E dimmi che non vuoi morire (Festival di Sanremo 1997)

1997 – Premio Migliore musica per il brano …E dimmi che non vuoi morire (Festival di Sanremo 1997)

1997 – Premio 1º posto nel programma Sanremo Top per le vendite dell’album Bye Bye Patty

1997 – Telegatto nella categoria “migliore interprete femminile”

1998 – Targa Tenco alla migliore interprete dell’anno per l’album d’autore Notti, guai e libertà

1999 – Premio Maschera d’argento per la musica

2003 – Premio alla carriera

2009 – Premio AFI per l’interpretazione del brano E io verrò un giorno là (Festival di Sanremo 2009)

2009 – Premio Ciampi alla carriera

2009 – Premio Personalità Europea 2009

2010 – Premio Lunezia per il miglior brano originale e per la qualità musical-letteraria del brano Sogno

2010 – Nastro d’argento per l’interpretazione del brano Sogno

2012 – Globo d’oro alla miglior musica per l’interpretazione di Com’è bello far l’amore, canzone originale dall’omonimo film di Fausto Brizzi

2012 – Premio Lunezia per il miglior brano originale e per la qualità musical-letteraria del brano La Luna

2014 – Premio Personalità Europea 2014

2015 – Premio Primitivo di Manduria conferito dal Consorzio di Tutela del Primitivo di Manduria Doc, per la collaborazione con l’autore e compositore manduriano Tullio Mancino

2016 – Premio della critica per l’interpretazione del brano Cieli immensi (Festival di Sanremo 2016)


PRAVISSIMA – Facebook / Wordpres

IMG_20170822_143319

 

 

Patty Pravo – J’Attendrai /I Will Wait” – AMERICA ON COFFEE

AMERICA ON COFFEE
AMERICANS’ DAILY COFFEE RITUAL…..

“Patty Pravo – J’Attendrai /I Will Wait”

05
MAY

***


In 1966, Pravo released her first single, “Ragazzo triste” (English: “Sad Boy”), the Italian version of the song “But You’re Mine” by Sonny & Cher. It was met with chart success and would later become the first pop song broadcast on Vatican Radio.[4] “Ragazzo triste” was followed by other popular singles in 1967, “Sto con te” (“I’m with You”) and “Se perdo te” (“If I Lose You”), the latter written by English songwriter Paul Korda. In 1968, Pravo released what would become her most popular single and a number 1 hit, “La bambola” (“The Doll”), as well as her debut LP, Patty Pravo. The album topped the Italian albums chart and “La bambola” was awarded a gold disc.[5]

In following years, the singer released other successful top 10 singles: “Gli occhi dell’amore” (“The Eyes of Love”) and “Tripoli 1969”, both released in 1968, “Il paradiso” (“Paradise”, 1969), written by Lucio Battisti and performed at Festivalbar, and “La spada nel cuore” (“A Sword in the Heart”, 1970), performed in duet with Little Tony, which came fifth at Sanremo Music Festival.[6]Her albums Concerto per Patty (1969) and another LP simply titled Patty Pravo (1970) were all commercially successful and reached the top 10. In 1971, Pravo departed from RCA Records and went on to record three albums for Philips, which presented more complex, less-accessible sound, beginning with Di vero in fondo (To the Truth Inside, 1971). In 1972, Pravo married Italian designer Franco Baldieri, but they soon separated.[7]

In 1973, Pravo reunited with her previous label RCA and released what would become one of the biggest hits of her career, the number 1 single “Pazza idea” (“Crazy Idea”). The song’s parent album, also titled Pazza idea, peaked at the top of the Italian albums chart. It was followed by another chart-topping LP, Mai una signora (Never a Lady, 1974) which spawned a popular single “Come un Pierrot” (“Like a Pierrot”) and the Festivalbar song “Quale signora” (“Which Lady”). Albums Incontro (The Meeting) and Tanto (So Much), released in 1975 and 1976, respectively, both placed within the top 10 and included successful singles of the same names. Tanto was a collaboration with Vangelis, who arranged and played keyboard on the album.[8][9]

In 1978, alongside Amanda Lear and Grace Jones, Pravo appeared in a controversial[10] Italian TV show, Stryx, where she performed a song in each episode. Songs from Stryx would appear on her next album, Miss Italia, which also included “Pensiero stupendo” (“Wonderful Thought”), a track that turned out one of her most successful and highest-charting singles to date (#2 in Italy). In 1979, the singer had another top 20 hit with “Autostop” from her LP Munich Album.

The singer moved to the USA at the beginning of the 1980s, what was prompted by the hostility of the Italian press towards her.[11] She posed nude for the Italian edition of Playboy in 1980[12] and married American guitarist John Edward Johnson in 1982.[13] Her next record, Cerchi (Circles), was one of her lowest-charting albums to date, but the 1984 single “Per una bambola” (“For a Doll”) was a modest chart success and won the critics’ award at Sanremo Festival.[6] Nonetheless, subsequent albums failed to match the success of their predecessors from the previous decade, and for the rest of the 1980s Pravo struggled to score another hit release. In 1987, she again took part in Sanremo Festival, this time with the song “Pigramente signora” (“Lazy Lady”). However, the singer was accused of plagiarism of the song “To the Morning” by Dan Fogelberg,[14] and the track was unsuccessful at the festival.[6] The controversy led to the cancellation of her new contract with Virgin Records. Her 1989 album Oltre l’Eden… (More Than Eden…) met with positive critical reception,[15] but was not a chart success. The title track took part in the song contest at Festivalbar. In 1990, Pravo was to perform the song “Donna con te” (“The Woman with You”) at Sanremo, but shortly before the event, she refused to sing it over its lyrics. The song was then given to Anna Oxa to perform at the festival.[16] In the same year, Pravo released an album of re-recordings of her classic hits.

In 1992, Pravo was arrested for possessing hashish, but was released after only 3 days.[17] In 1994, the singer traveled to China, where she would make history as the first Italian artist to perform in that country.[18] Chinese music and culture provided inspiration for her next album, Ideogrammi, entirely produced in China.[19] In 1995, Pravo returned to Sanremo with the song “I giorni dell’armonia” (“Days of Harmony”), which was met with lukewarm reception at the festival,[6] but peaked within top 20 in Italy.

The singer celebrated the 30th anniversary of her musical debut in 1996, embarking on a greatest hits tour, and in 1997 once again performed at Sanremo Festival. This time around it was a triumph, and her song “…e dimmi che non vuoi morire” (“…and Tell Me You Don’t Want to Die”) won the critics’ award and came 8th in the general voting competition.[6] The single was a big chart success, peaking at number 2 in Italy (her highest-charting song since the 1970s), and her first live album Bye Bye Patty charted in the top 5 as well. On her next studio album, Notti, guai e libertà (Nights, Trouble and Freedom), Pravo worked with some renowned Italian songwriters, including Ivano Fossati, Franco Battiato and Lucio Dalla. The album was another commercial success (her first top 10 album in two decades), and was followed by a tour. The songs “Les etrangers” and “Strada per un’altra città” were performed at Festivalbar.

Her next album, Una donna da sognare (2000), peaked at no. 6, thus becoming one of her highest-charting albums ever, and the title song became a hit single. Released in 2002, Radio Station also charted within the top 10, and the first single, “L’immenso”, was Patty’s return to Sanremo Festival, where the song took the 16th place.[6] The singer embarked on a tour and collected a Lifetime Achievement Award in 2003. Her 2004 album, Nic-Unic, was a collaboration with young songwriters and presented an innovative, avant garde sound, with most songs co-written by Patty Pravo herself. The single “Che uomo sei” (“What Kind of Man Are You”) was a chart success. In 2007, she released the album Spero che ti piaccia… Pour toi (I Hope You Like It… For You), a homage to Dalida, with a selection of her songs performed in French, Italian and Arabic. Later in the year, Pravo released an autobiography Bla, bla, bla….

To commemorate the fortieth anniversary of her hit “La bambola”, the singer released a new version of the song, “La bambola 2008”. She embarked on another tour, what would result in a successful double live album Live Arena di Verona – Sold Out, recorded at Verona Arena. She took part in Sanremo Festival with the song “E io verrò un giorno là” (“And I’ll Be There One Day”) in 2009, without much success,[6] and in 2011, performed “Il vento e le rose” (“The Wind and Roses”), but the song was eliminated from the contest.[20] 2011 saw the release of her new album, Nella terra dei pinguini (In the Land of the Penguins), which charted within Italian top 20. In 2012, she released the single “Com’è bello far l’amore” (“How Nice It Is to Make Love”) from Fausto Brizzi‘s film of the same name, and the song went on to win an Italian Golden Globe“.[21]Pravo performed the song “Cieli immensi” (“Immense Skies”) at Sanremo 2016, placing at the 6th spot and winning her third critics’ award at the festival. The song was a top 20 hit in Italy and the accompanying album, Eccomi (Here I Am), debuted and peaked at #6.[22]


en.m.wikipedia.org

https://americaoncoffee.wordpress.com/

 

English translation:  “I Will Wait”

I will wait night and day,

I will wait forever,
For you to come back, I will wait, [I will wait]
For the bird flying away
Comes to seek oblivion in its nest.
Time flies and runs,
Beating sadly in my oh so heavy heart
And yet I will wait for you to come back

I will wait night and day,
I will wait forever,
For you to come back, I will wait, [I will wait]
For the bird flying away
Comes to seek oblivion in its nest.
Time flies and runs,
Beating sadly in my oh so heavy heart
And yet I will wait for you to come back

The wind is bringing distant sounds,
Watching at the door, I’m listening in vain,
Alas, there is nothing for me to hear anymore.

I will wait night and day,
I will wait forever,
For you to come back, I will wait, [I will wait]
For the bird flying away
Comes to seek oblivion in its nest.
Time flies and runs,
Beating sadly in my oh so heavy heart
And yet I will wait for you to come back
And yet I will wait for you to come back

Time flies and runs,
Beating sadly in my oh so heavy heart
And yet I will wait for you to come back

_____________

https://americaoncoffee.wordpress.com/

Patty Pravo – Selezione Bibliografica – BLA, BLA, BLA… PATTY PRAVO Autobiografia

BLA, BLA, BLA… PATTY PRAVO Autobiografia

BLA, BLA, BLA…

PATTY PRAVO con Massimo Cotto
Edito Arnoldo Mondadori Editore s.p.a Milano, 2007


Tutti noi abbiamo la stessa luce dentro, solo che ognuno la coltiva e la sviluppa in modi o direzioni diversi o, nella peggiore delle ipotesi, non la sviluppa né coltiva affatto. A volte penso che ognuno di noi possa essere artista, se mette amore, curiosità, interesse, sensibilità e molta partecipazione in ciò che fa. Però è anche vero che alcuni di noi nascono più artisti di altri, con la capacità di sentire quello che gli altri percepiscono appena o per nulla. E questo è sì un dono, ma è anche una dannazione, un fardello che ti porti addosso. Perché ogni dono ha un suo prezzo da pagare. Non è comodo avere una sensibilità esasperata perché fino a quando la tramuti in arte va bene, ma poi c’è la vita di tutti i giorni…I miei punti fermi? I miei punti fermi sono io. Patty Pravo è l’ultima Diva della musica italiana. Sempre al di sopra del tempo e delle mode, la Pravo racconta per la prima volta episodi e aneddoti di una carriera lunga ed irripetibile, scandita da incontri eccellenti, canzoni superbe e capaci di segnare più epoche , sogni, ribellioni e provocazioni, sempre in bilico tra genialità e libertà.


http://www.pattypravoweb.com

———————-